San Giuseppe - Sito di don Antonello

Sito di don Antonello
Vai ai contenuti

San Giuseppe

Liturgia della Parola > Quaresima
San Giuseppe

San Giuseppe è il patrono di tutta la Chiesa: tutti noi cristiani siamo stati affidati alla protezione di San Giuseppe. Giuseppe è stato scelto da Dio come padre putativo di Gesù. E Giuseppe, che cosa ha dato a Gesù? Principalmente ha dato l'amore, ha dato il suo aiuto, la sua discendenza, e proprio per questo motivo Giuseppe è stato nominato patrono della Chiesa: come Giuseppe all'interno della sua famiglia di Nazaret, ha saputo dare l'amore, la pace, la serenità, la gioia, allo stesso modo, all'interno di tutta la Chiesa, come patrono della Chiesa, da l'amore, ci offre la pace e la serenità.
Certamente non posso dirvi nessuna parola pronunciata da Giuseppe, perché il Vangelo non ci riferisce nessuna parola che lui abbia pronunciato: Giuseppe è l'uomo del silenzio (forse dovremmo imparare anche noi a essere persone del silenzio, perché certe volte parliamo troppo).
Nessun evangelista ci riferisce qualche dialogo o discorso di Giuseppe, ma ci viene mostrato qualcosa che è molto importante per tutti noi, specie in questo tempo di Quaresima, di conversione, di cambiamento della nostra vita, tempo in cui siamo chiamati a ritornare a Dio. Cosa ha fatto Giuseppe nella sua vita? Nel Vangelo odierno si parla della annunciazione che l'angelo rivolge a Giuseppe: annuncia a Giuseppe che sarebbe diventato il padre del Figlio di Dio, rassicurando Giuseppe che Maria aspetta un figlio che è dono dello Spirito Santo. Giuseppe, che cosa fa?
Mentre prima era in dubbio se allontanare Maria, dopo l'annuncio dell'Angelo accoglie, accetta il messaggio dell'Angelo e non accusa pubblicamente Maria, e la prende come sposa, assicurando il suo nome al Figlio di Dio. Giuseppe accoglie pienamente la volontà di Dio.
Anche noi siamo chiamati ad accogliere sempre la volontà di Dio, anche quando è dura e difficile da accettare. Spesso abbiamo difficoltà ad accettare pienamente la volontà di Dio, quando abbiamo problemi di salute o quando abbiamo difficoltà ad accogliere gli altri. "Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore " e non come voleva lui, ma secondo quello che gli aveva manifestato l'angelo di Dio. Ha accettato pienamente quella che era la volontà di Dio nei suoi confronti: ed è stato padre di Gesù ed è tuttora padre di ciascuno di noi, nostro patrono, grazie alla sua piena e totale disponibilità a vivere e a mettere in pratica la volontà di Dio.

Torna ai contenuti