4 sabato Quaresima - Sito di don Antonello

Sito di don Antonello
Vai ai contenuti

4 sabato Quaresima

Liturgia della Parola > Quaresima > Quaresima 4 settimana
4 sabato Quaresima

Davanti alla figura di Gesù nasce il dubbio, il dissenso: alcuni credono in lui, e lo considerano un profeta o il Cristo, altri restano perplessi perché il Cristo non viene dalla Galilea, e ci sono i farisei che lo vogliono condannare.
Il Nazareno pone molti interrogativi: chi è veramente Gesù? È un falso profeta? Se è un falso profeta, come potrebbe fare i prodigi che fa? È un impostore? E come potrebbe, essendo un impostore, dire cose così sensate? Viene da Dio? No, dicono i farisei. Non viene da Dio perché contraddice l'insegnamento delle Legge violando il sabato.
Anche le guardie che erano state inviate dai capi dei sacerdoti del Tempio e dai farisei per arrestarlo, restano affascinati dal suo insegnamento, e rientrano a mani vuote, senza averlo arrestato. Per questo motivo nel Sinedrio sorge una accusa nei confronti delle guardie, perché si sono lasciati ingannare da Gesù.
Anche il timido Nicodemo, che è un discepolo ancora incerto su Gesù, cerca di prendere le difese del Signore, affermando che, secondo la Legge, non si può giudicare nessuno senza averlo ascoltato, e per questo, anche Nicodemo, è accusato di essere poco preparato!
“E ciascuno tornò a casa sua”, conclude questo brano del Vangelo. Ciascuno, come è tornato a casa sua? Chi è stato aperto e disposto al disegno di Dio, allora ha incontrato e riconosciuto Gesù, mentre chi si è lasciato prendere dai pregiudizi e non ha compreso lo spirito e il profondo messaggio della Legge, questi non ha incontrato il Signore, ed è tornato a casa sua come era prima, senza aver cambiato la sua vita e la sua mentalità.
Chi è Gesù per me? Che significato ha nella mia vita? Siamo capaci di percepire Gesù e il suo insegnamento nelle parole della Chiesa? Rifiutiamo qualcuno ingiustamente? Siamo capaci di vedere Gesù nei poveri e in quelle persone giudicate e perseguitate ingiustamente? Chi è Gesù per me?

Torna ai contenuti