3 mercoledì Quaresima - Sito di don Antonello

Sito di don Antonello
Vai ai contenuti

3 mercoledì Quaresima

Liturgia della Parola > Quaresima > Quaresima 3 settimana
3 mercoledì Quaresima

Le parole di Gesù, nel brano del Vangelo odierno, sono una esortazione, per tutti noi, ad ascoltare e a mettere in pratica nella nostra vita tutti gli insegnamenti della Parola di Dio.
Leggendo o ascoltando il Vangelo, in certi brani Gesù ci può sembrare un anarchico, un rivoluzionario, uno che si mette contro la legge: pensiamo alle discussioni sul valore del “sabato”, che per i farisei era sacro, più importante dell’uomo, mentre per Gesù è più importante l’uomo. Spesso Gesù dai farisei e dagli scribi è accusato di essere un distruttore, uno che vuole cancellare la tradizione di Israele. Ma non è così!
Infatti, nel brano odierno, Gesù dice che non è venuto ad abolire la Legge! La Legge, l’Alleanza tra Dio e il popolo, era avvenuta con le Parole che Dio aveva donato all’umanità, che noi chiamiamo “i dieci comandamenti”, e col passare dei secoli erano state aggiunte tante norme, e da dieci erano passate a più di seicento. E tutti pensavano che questi precetti derivassero direttamente da Dio, anche se si trattava di piccole minuzie.
Gesù si distacca da questa interpretazione, e considera che molte delle norme della Legge orale siano solo tradizione degli antichi, e per questo discute animatamente con i farisei, come sentiamo tante volte nel Vangelo.
Gesù non è venuto ad abolire nulla di queste regole, ma è venuto a dare pieno compimento, cioè dice cose nuove. Per vivere in Alleanza con Dio, non basta osservare le regole della Legge, ma ci vuole una nuova forma nell’osservare le regole: dobbiamo avere l’amore. Per ricambiare l’amore che Dio ha per ciascuno di noi, non è sufficiente osservare le Legge di Dio, ma, mettendo in pratica la Legge, dobbiamo anche vivere nell’amore verso Dio e verso i nostri fratelli.

Torna ai contenuti