3 lunedì 17 dicembre - Lode e intercessione - Sito di don Antonello

Sito di don Antonello
Vai ai contenuti

3 lunedì 17 dicembre

Sito di don Antonello
Pubblicato da in Religione ·
3 lunedì Avvento
17 dicembre

I brani del Vangelo, fino alla festa di Maria, Madre di Dio, che celebriamo il primo gennaio, saranno presi, in genere, dai cosiddetti Vangeli dell'Infanzia, di Matteo e Luca.
Oggi iniziamo con la lettura della genealogia di Gesù, presentata da Matteo. Questa genealogia parte da Abramo, continua con il re Davide, e si conclude con Gesù. Quindi appare che Gesù, è un discendente di Abramo e di Davide.
Anticamente, Dio ad Abramo aveva detto queste parole: “in te si diranno benedette tutte le famiglie della terra”, e, successivamente, come troviamo nel 2Sam 7,1-17, Dio aveva promesso a Davide che dalla sua discendenza sarebbe nato il Messia: con la venuta di Gesù si sono realizzate queste promesse che Dio aveva fatto ad Abramo e a Davide.
In questa genealogia di Gesù ci sono varie persone che non sempre si sono comportate secondo il volere di Dio: c’è Tamar che fingendosi prostituta era divenuta madre dal suocero Giuda; c’è Raab, una donna pagana che era una prostituta a Gerico; appare anche la figura di Rut, che apparteneva al popolo di Moab ed era una antenata di Davide. In questa genealogia c’è anche Betsabea, che era stata moglie di Uria, e che era diventata moglie di Davide, dopo che Davide aveva fatto uccidere il marito Uria.
Dio, per portare avanti la storia della salvezza, si serve di tutti: non fa i ragionamenti che facciamo noi, che tante volte escludiamo certe persone e le mettiamo da parte. Per realizzare la storia della salvezza Dio chiama i giusti, i peccatori, i pagani, le persone escluse …, tutti.
E per realizzare la storia della salvezza, Dio ora si serve anche di noi, nonostante siamo peccatori: tutti noi siamo un popolo di peccatori che, però, il Messia viene a salvare e a santificare. Anche noi dobbiamo contribuire alla storia della salvezza.
Lode e intercessione
Rit.: Sostieni la nostra attesa, Signore!
- Signore, il tempo dell'attesa chiede fedeltà. Sostieni la nostra speranza, confermaci nella fede nelle tue promesse.
- Signore, di generazione in generazione tu manifesti il tuo amore nella storia. Concedici di saper consegnare la fede a chi verrà dopo di noi.
- Signore, rialzaci e facci stare in piedi davanti a te. Il nostro peccato, o il nostro limite, non ci inducano in una falsa rassegnazione.

Padre, spesso percepiamo lo scorrere del tempo come l'aggrovigliarsi di una matassa inestricabile. L'ascolto della tua parola e la celebrazione dei tuoi misteri ci consentano di discernere la sapienza con cui tu ordini il corso degli eventi, perché in essi e attraverso di essi si compia la tua promessa e venga il Signore Gesù, compimento della nostra vita e della storia.


">

Nessun commento

Torna ai contenuti